Cartomanzia, ecco a chi affidarsi

I tarocchi sono un sistema di divinazione, che utilizza un set specifico di carte (carte dei tarocchi), mentre “Cartomanzia” è un termine più generico che significa qualsiasi metodo di divinazione che utilizza le carte, sia quelle speciali progettate per la divinazione (siano esse carte dei Tarocchi o qualsiasi altro tipo) o solo giocando a carte. Come con qualsiasi sistema di divinazione, l’abilità o la magia è nel lettore, non nelle carte: le carte sono puramente uno strumento per aiutare il lettore a “focalizzare” le proprie capacità.

In genere il lettore inviterà l’interrogante a mescolare, tagliare o toccare il mazzo prima di distribuire le carte per la lettura, sebbene il contatto fisico non sia essenziale e alcuni lettori si concentreranno semplicemente sull’interrogante e sulla loro domanda e potranno leggere a distanza; altri inviteranno l’interrogante a scegliere autonomamente il numero appropriato di carte; ci sono molti metodi diversi in uso a seconda della tradizione precisa che il lettore segue.

Il lettore quindi interpreta le carte per l’interrogante secondo una serie stabilita di corrispondenze. Questi sono fondamentalmente abbastanza standardizzati, ma ogni lettore avrà il proprio elenco personale di corrispondenze, spesso ricordato da parole chiave e frasi, e raffinato dall’esperienza e dalla meditazione con il proprio mazzo o mazzi di carte. È essenziale tenere la domanda e, se del caso, il lasso di tempo applicabile, chiaramente in mente durante tutto il processo di mescolamento, taglio e distribuzione delle carte.

Ci sono alcune differenze significative tra i Tarocchi originali, che è un’invenzione interamente pagana, e le successive versioni cristianizzate. Oggi molti pacchetti seguono la versione cristianizzata, ma altri rimangono fedeli allo standard originale.

Il mazzo di tarocchi standard è composto da 78 carte. Questi consistono in 22 Arcani Maggiori, che denotano influenze molto potenti sulla vita di qualcuno, e 56 Arcani Minori, che indicano influenze meno potenti. Le carte Corte hanno una funzione un po’ speciale in quanto possono indicare persone reali che possono svolgere un ruolo nella vita dell’interrogante, ma più spesso denotano un concetto più astratto come le carte numeriche: ad esempio, la Regina di Spade può indicare specificamente una donna con i capelli scuri che potrebbe essere vedova o separata, o più astrattamente, può indicare di essere in guardia, separata o triste.

Se sei interessato a un consulto di cartomanzia, affidati con fiducia ai Cartomanti della Verità: troverai le migliori cartomanti pronte a rispondere a ogni tuo quesito.