Pizza romana: che passione!

Un all-day-long all’insegna della pizza romana: è quanto previsto il prossimo 12 settembre con la nuova edizione dell’evento «Pizza Romana Day». La manifestazione è organizzata da Agrodolce.it in collaborazione con la Regione Lazio e l’Agenzia regionale per lo sviluppo e l’innovazione dell’agricoltura del Lazio (Arsial).

La rassegna diffusa nel Lazio e nel resto d’Italia prevede che i forni e le pizzerie al taglio, sin dalle prime ore delle mattina, sforneranno pizza romana alla pala e in teglia, con speciali creazioni pensate appositamente per la giornata. La sera i locali aderenti all’iniziativa prepareranno la pizza tonda e si cimenteranno nella pizza romana. A cena sarà possibile gustare ricette create ad hoc per l’evento e contestualmente partecipare a speciali iniziative sui social network.

«Il Pizza Romana Day – afferma la responsabile di Agrodolce.it e ideatrice dell’evento Lorenza Fumelli – è un modo per celebrare e valorizzare la pizza della nostra regione. Un prodotto che negli anni, grazie soprattutto alla preparazione e alla creatività dei nostri pizzaioli, ha fatto grandi passi in avanti in termini di qualità e innovazione. E ciò con riguardo a tutte le differenti versioni di pizza romana: la tonda, sottile e croccante, e quella al taglio, cotta nel forno del pane (la pala) o in teglia. Tre specialità che rappresentano indubbiamente un unicum e un importante valore aggiunto del nostro territorio».

Anche tu ami la pizza romana ma abiti nel milanese? Nessun problema! Basta scegliere il posto giusto dove gustarla al meglio. Come la pizzeria Milano Pizzottella, il nuovo brand del gruppo Ranucci e il primo progetto focalizzato sull’offerta della pizza romana in teglia a Milano, nato da un’idea dell’oste romano David Ranucci e del suo storico amico giornalista Fabio Carnevali, con il coinvolgimento di Jacopo Mercuro, quotato pizzaiolo romano.

Il format unisce la vicinanza alle tradizioni, la selezione delle materie prime e la proposta di ricette e abbinamenti della cucina tradizionale – principi cari a David e storicamente valorizzati dall’offerta gastronomica del Gruppo – a un approccio innovativo al prodotto che si rifà, invece, all’esperienza di Jacopo e del processo di produzione e lavorazione scelto. Sullo sfondo, la «romanità» e l’appartenenza della pizza romana in teglia all’universo di valori, storia e tradizioni del territorio di Roma e del Lazio. L’ambiente è molto caldo – caratteristica di tutti i ristoranti del gruppo Ranucci – con mattoni a vista alle pareti e soffitti in travi di legno originale. L’ampio banco di tre metri, rivestito in piastrelle di gres vietrese decorate a mano, può contenere contemporaneamente 14 tipologie di pizza. Il menu è scritto e aggiornato giorno per giorno alla lavagna.