Le specialità del fabbro

La professione del fabbro

Il mestiere del fabbro nasce con la lavorazione del ferro, e, più in generale dei metalli. Il suo compito consiste nel riscaldare il metallo con il fuoco per forgiare, effettuare riparazioni e creare saldature. Si occupa in particolar modo di costruire e riparare oggetti in metallo come manufatti artistici, ringhiere, cancelli, corrimano, porte,scale, serrature. Solitamente il metallo viene riscaldato fino a farlo diventare incandescente e successivamente sottoposto alla lavorazione di forgiatura.

 

Specialità del fabbro

La professione del fabbro non è rimasta la stessa ma al contrario si è evoluta nel tempo. Inoltre non tutti i fabbri sono uguali e variano molto a seconda della loro specialità. Sarebbe difficile per chiunque sapere tutto su ogni tipo di serratura in ogni edificio, attività, casa, e veicolo. Invece, al giorno d’oggi, molti fabbri si specializzano in una cosa specifica per assicurarsi che siano esperti in almeno un’area. Ad esempio ci sono fabbri specializzati di serrature di auto ed altri invece in serrature di edifici. Mentre la maggior parte dei fabbri è in grado di svolgere i compiti di base, ce ne sono degli altri che si specializzano in qualcosa di specifico se si desidera ottenere un lavoro eseguito a regola d’arte.

Un fabbro specializzato in serrature elettroniche come Azienda Multiservice ad esempio, si concentrerà solo su questo: serrature elettroniche. Il fabbro sarà responsabile per l’ispezione delle serrature elettroniche che non funzionano. Sarà anche in grado di scegliere serrature elettroniche utilizzando attrezzi altamente specializzati. Le serrature utilizzate per magazzini, fabbriche, e grandi edifici di attività sono spesso diverse da quelle utilizzate in una casa. Un fabbro industriale capirà questi argomenti e sarà in grado di riparare, installare e risolvere i problemi delle serrature, aiutando le persone con le serrature della propria casa. Indipendentemente dal tipo di problema alla serratura, un fabbro specializzato di zona sarà in grado di occuparsene.

 

Come arredare il bagno in stile moderno

In questo articolo cercheremo di dare dei consigli su come arredare il bagno in stile moderno andando a vedere quelli che sono gli errori più comuni che si fanno in fase arredamento senza l’aiuto di un interior designer per l’allestimento del proprio set bagno.
La stanza da bagno deve esser arredata in modo armonioso avendo cura di selezionare accuratamente i materiali, i colori ed i complementi d’arredo che andranno a far vivere l’ambiente.
Il bagno deve esser arredato in base alla sua superficie in modo da non andare a sovraffollare un ambiente che potrebbe esser piccolo, ma devono mantenersi le giuste proporzioni tra superficie ed arredi.
Lo stile moderno, con linee decise e semplici, conferisce eleganza all’ambiente. Tra quelli che spiccano quanto a stile si annoverano i sanitari senza base. Questi creano l’illusione di aver a disposizione molto più spazio e ‘ambiente risulterà molto più luminoso.
Unitamente ai sanitari come descritti andranno installate rubinetterie in acciaio lucido od opaco in modo da mantenere un aspetto lineare e pulito.
La rubinetteria è un capitolo importante per l’arredo del bagno poiché attirano, con il gioco delle luci, l’attenzione.
Anche l’impianto luminoso dovrà avere un carattere moderno. Da preferirsi le luci a risparmio energetico per mantenere un profilo green. I led in questo caso saranno la nostra prima scelta.
Infine la scelta dello specchio.
Lo specchio dovrà esser anch’esso in stile moderno magari in vetro ricurvo in modo da amplificare i giochi di luce.
Sono poche le regole da doversi seguire per arredare al meglio un bagno in stile moderno e le riviste di settore abbondano di consigli e di spunti cui fare riferimento.
In ultimo è possibile scegliere di mobili a vetrinetta per riporvi all’interno gli asciugamani e i profumi. Questo complemento conferirà un gioco di colore che andrà ad armonizzarsi con l’ambiente circostante.

L’aspirapolvere professionale ciclonico

L’aspirapolvere professionale, come ormai ben sappiamo è un apparecchio indispensabile per le pulizie domestiche. Ma dalla sua creazione ad oggi questo elettrodomestico ha subito molteplici modifiche e si è differenziato per modelli e forme. Infatti le varianti esistenti sono numerose e differenti tra loro, per cui a volte è difficile districarsi nella scelta.
In questo articolo parleremo, in particolare, di un tipo di aspirapolvere tra i più innovativi, infatti in questi ultimi anni tra le tante tipologie di aspiratori in commercio, avrete sicuramente sentito parlare di aspirapolvere ciclonico professionale, in commercio da diversi anni.
Semplicemente possiamo dire che un aspirapolvere professionale ciclonico si distingue da quello normale per l’assenza del sacchetto raccogli polvere. Questa caratteristica è molto apprezzata sul mercato per motivi di economicità e per la difficile reperibilità dei sacchetti di ricambio nei negozi di elettrodomestici.
L’aspirapolvere ciclonico o aspirapolvere “senza sacco” è formato da un corpo di dimensioni variabili, dotato di ruote per poter essere spostato e di un tubo flessibile in grado di raggiungere ogni angolo della stanza.
Il principio di funzionamento di un aspirapolvere ciclonico è piuttosto semplice e consiste nel separare lo sporco raccolto, completo del suo corredo di acari e batteri, dall’aria.
In pratica possiamo riassumere il suo funzionamento in 3 punti:
• la polvere e lo sporco vengono aspirati all’interno di una cassetta ciclonica
• nella cassetta è presente un’elica che mette in funzione una forza centrifuga in grado di separare la polvere dall’aria
• i residui finiscono nella cassetta
Quando le operazioni di pulizia sono terminate, il cilindro, in cui viene raccolta la polvere viene semplicemente svuotato nel cestino dell’immondizia.
Per quanto riguarda gli accessori in dotazione sono quelli comuni anche agli altri aspiratori:
• bocchetta per le fughe dei pavimenti
• spazzola per parquet
• spazzola per tessuti
• pennello per mobili.

Come scegliere il pavimento, forme e modelli

Se avete scelto delle piastrelle per il vostro prossimo pavimento, ne apprezzerete di certo la versatilità, infatti ci sono molteplici aspetti da considerare. Uno di questi è la forma. Abbiamo stilato un elenco delle forme più comuni con l’aiuto di uno specialista in interior design padova.

Quadrate
Le piastrelle quadrate sono le più comuni, ma via via stanno diventando sempre più difficile da reperire. I pavimenti con piastrelle quadrate sono classici senza età, sono disponibili in una serie di colori. Se siete alla ricerca di una bella mattonella, semplice ed economica alora questa sarà la vostra scelta!

Rettangolari
Le piastrelle rettangolari stanno diventando sempre più comuni, ancora di più di quelle quadrate. Le piastrelle rettangolari offrono un look classico e senza tempo. Inoltre sono disponibili in una vasta gamma di colori, dimensioni e materiali. La scelta di piastrelle rettangolari è ottima se vogliamo qualcosa di semplice ma un po’ diverso dal solito!

Circolari
Poche persone si immaginano un cerchio quando pensano alle mattonelle. Pavimenti in piastrelle circolari offrono un minor numero di opzioni rispetto alle piastrelle quadrate e rettangolari, ma ci offrono delle soluzioni particolari. Queste sono disponibili in vari formati e di varie dimensioni. Le differenti dimensioni possono creare una sorta di effetto “ghiaia” naturale, sono soprattutto adatti ai bagni ampi e spaziosi.

Striscia
Negli ultimi anni queste mattonelle a listello sono diventate di uso comune nelle cucine. La gente le ama perché sono eleganti e moderne. Sono disponibili in una vasta gamma di colori, che rendono più luminoso il vostro ambiente. La posa, di solito, avviene sfalsando le singole mattonelle, in modo da avere un effetto piacevole alla vista.

Altre forme
Possiamo trovare anche delle piastrelle con forme insolite. Sono senz’altro molto decorative e di solito riproducono dei disegni.  Rendono i vostri ambienti originali e moderni.

Come creare un annuncio stampato efficace

Le pubblicità stampate della tua azienda devono dare agli utenti un motivo per essere interessati alla tua attività; Devono essere chiare, sintetiche, informative e invitanti. Il tuo annuncio di stampa ha appena due secondi per attirare l’attenzione e deve spiegare subito perché il tuo prodotto o servizio può dare un vantaggio a coloro che lo stanno visualizzando. Questa procedura può aiutare a creare un annuncio di stampa accattivante:

Crea un titolo accattivante

In quasi tutti i casi, il titolo è il singolo elemento più importante di un annuncio di stampa. Sforzatevi di essere chiari e concisi nei titoli. Evitate la tentazione di essere troppo “creativi” tanto che il  significato non venga compreso.
Dove il titolo viene inserito nell’annuncio è altrettanto importante di quello che dice. È necessario assicurarsi che il titolo domini l’annuncio in modo da poter essere rapidamente capito. Troppo spesso, il titolo, che include le informazioni più importanti all’interno di un annuncio, viene perso in un tripudio di troppi tipi di carattere, di grafica e di altri elementi.
Prestare attenzione al sottotitolo

Oltre al titolo principale, una sottotitolo può fornire preziose informazioni secondarie. Il titolo deve afferrare i lettori, ma il sottotitolo deve spiegare ulteriormente il prodotto, servizio o azienda.

Cura gli elementi grafici
L’elemento grafico del tuo annuncio è lì per attirare gli occhi dei lettori e interessarli abbastanza per soffermarsi sul cartellone. L’elemento grafico solitamente richiama l’attenzione e integra il titolo – i due elementi funzionano insieme attirare l’attenzione verso l’annuncio.
Assicurati che l’elemento grafico dell’annuncio sia pertinente a quello che stai vendendo. Una foto di una ragazza in un bikini non è il modo migliore per vendere qualcosa che non siano costumi.

Stampa su materiali di qualità

Il supporto di stampa è di altrettanta importanza, un ottimo effetto si può avere dagli annunci che si avvalgono della stampa su forex.